EDGE FESTIVAL 2018: PROGRAMMA INAUGURALE DEL 22 MAGGIO AL PACTA SALONE

Redazione Kainós Magazine: COMUNICATO STAMPA Pacta Salone dei Teatri e CETEC

 

PROGRAMMA

EDGE FESTIVAL 2018

Teatri Oltre le Barriere II Edizione

 

MARTEDÌ 22 MAGGIO

AL PACTA SALONE

 

Apertura Edge Festival

 

 

  • ore 18.30 PACTA SALONE

Edge Meeting: verso un nuovo network di Teatro OLTRE

 

La presentazione del nuovo network Teatro OLTRE a cura di CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Realtà e artisti che operano oltre i confini e le barriere dei luoghi del disagio, a livello nazionale e internazionale.

Saluti del Presidente Municipio 5 Comune di Milano, Alessandro Bramati

Interventi di Donatella Massimilla, Martina Gerosa, Felice Tagliaferri, Nadia Fulco, Serena Crocco, Vlad Scolari, Dana Sikorska, Gilberta Crispino, Pascal La Delfa, Valerio Apice, Vincenzo Mercurio, Ginevra Sanguigno.

L’incontro è sovratitolato e tradotto nella lingua dei segni (LIS)

Ingresso libero

 

 

  • ore 20.45 PACTA SALONE

CETEC Dentro/Fuori San Vittore

 

"Kainós Magazine® Edge Festival programma 22 maggio al Pacta Salone"
“Le sedie Straniere” – Ph by Elena Savino per CETEC

 

LE SEDIE STRANIERE – Work in Progress Teatrale Contro la Violenza di genere

regia Donatella Massimilla

musiche dal vivo Gianpietro Marazza e Paola D’Alessandro

con le attrici di San Vittore Jackson, Rosanna, Stefania

collaborazioni artistiche Gilberta Crispino, Danuta Sikorska, Claudia Casolaro, Alessia Punzo, Ivna La Mart, Andrea Honsberg Quintanilla, Mariangela Ginetti, Dalia Violeta Nieves, Jaia Ikea Gwuana, Sarah Fidelis, Emmanuela Ewaoche

compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore

Lo spettacolo è sovratitolato e tradotto nella lingua dei segni (LIS)

 

"Kainós Magazine® Edge Festival programma 22 maggio al Pacta Salone"
“Le sedie Straniere” – Ph by Elena Savino per CETEC

Un Concerto di Voci, un Work in Progress teatrale contro la violenza di genere: storie strappate alle pagine dei giornali, storie raccolte nelle case per donne maltrattate o vittime di tratta, nei centri per rifugiati, storie di violenze a volte subite, a volte denunciate, restituite alla comunità in modo poetico, musicale.

Sulla scena la compagnia allargata del CETEC include in modo originale di volta in volta attrici detenute e non, musicisti e testimoni civili, creando un progetto in viaggio, replicabile e itinerante.

Attori e spettatori, testimoni entrambi di storie di violenza, ma anche, soprattutto, di storie di rinascita.

Lo spettacolo e l’intero progetto si collegano alla campagna nazionale #PostOccupato creata dalla giornalista siciliana Maria Andaloro e alla sedia vuota di Palazzo Marino voluta da Diana De Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano.

Lo spettacolo ha la particolarità di essere fruibile anche da persone con deficit sensoriali e tra le storie de “Le Sedie Straniere” troviamo testimonianze di donne sorde.

Durata 60’

 

 

 

Articoli correlati a Edge Festival:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
0
1
0