ARENA DI VERONA: IN SCENA “IL BARBIERE DI SIVIGLIA”

ARENA OPERA FESTIVAL 2018

 

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

di Gioachino Rossini

 

 

LA PRIMA IL 4 AGOSTO ALLE 20:45

 

DUE LEGGENDE INSIEME SUL PALCO: LEO NUCCI E FERRUCCIO FURLANETTO

 

 

 

di Elisa Pedini

 

 

Debutta il 4 agosto sul glorioso palco dell’Arena di Verona, per il 96° Opera Festival 2018 “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini, per la regia, scene, costumi e luci di Hugo de Hana.

Un capolavoro del compositore pesarese, rappresentato per la prima volta all’Arena nel 1948 e riproposto, dunque, come un doppio tributo: i settant’anni dalla prima rappresentazione e in occasione dei 150 anni dalla morte dell’autore.

"Kainós Magazine® Arena di Verona CF Il Barbiere di SIviglia"
Cecilia Gasdia – Ph by Fondazione Arena

Oggi, con emozione, ne ha parlato alla stampa Cecilia Gasdia, Sovrintendente e Direttore Artistico.

Lei, che all’Arena è cresciuta, partendo dal ruolo di comparsa, poi nel coro, fino all’apice dello splendore, affermandosi come una delle più note soprano italiane, come ha anche sottolineato il Maestro Oren in conferenza stampa.

“Il Baribiere di Siviglia”, opera buffa e decisamente amata dal pubblico, si preannuncia uno spettacolo molto interessante, per certune caratteristiche che vi lascio descrivere dalle dirette parole del cast.

Così, ci parla del “suo” Barbiere di Siviglia il Maestro Oren, che dirigerà la prima del 4 agosto e la replica dell’8:

"Kainós Magazine® Arena di Verona CF Il Barbiere di SIviglia"
Daniel Oren – Ph by Fondazione Arena

«Fare musica e divertirsi è alla base del nostro lavoro, è fondamentale; ma il rapporto che si è creato con Leo Nucci e il cast è stato meraviglioso. (…)

Rossini è un compositore che amo molto (…) Già omaggiato con un altro suo capolavoro, la Petite Messe Solennelle al Filarmonico, il suo genio merita questo ulteriore tributo con Il Barbiere di Siviglia (…)

Inoltre, era famoso per le sue notazioni, che ugualmente amo molto. Una di queste è proprio sulla partitura della Petite Messe, ov’egli scrive: “Signore Iddio perdonami, ero nato per l’opera buffa, lo sai bene!” (…)

In più, era famoso per gli autoprestiti nel senso che nelle sue opere troviamo richiami e molti pezzi tratti dalle altre (…).

Per me, attenermi all’autore e seguire la tradizione è molto importante e cito a riguardo una frase di Gustav Mahler: “La tradizione non è culto delle ceneri, ma salvaguardia del fuoco”. La memoria storica è importante e io mi sono sempre riallacciato ai grandi (…).

Per tale ragione le arie di Rosina e di Bartolo sono esattamente quelli di Rossini, cosiccome lui li pensò. I recitativi sono accompagnati solo dal cembalo.

(…) Infine ho avuto la fortuna di lavorare con un cast grandissimo e davvero fantastico. Una gioia solo a guardarli!

Mi sono divertito e mi diverto a fare quest’opera perché è un gioiello e lavorare con Leo ha esaltato tutto questo!»

Sorride il grande decano e mentore di questa edizione dell’Opera Festival 2018, Leo Nucci, che, con la sua autoironia e la sua simpatia ha regalato note d’ilarità in conferenza stampa.

Il ruolo di Figaro nel Barbiere di Siviglia è per Leo Nucci, baritono eccezionale, la sua centodecima performance sul palco dell’Arena.

Tuttavia, qualche tempo fa aveva annunciato che non avrebbe più cantato all’aperto.

A tal proposito, ricordo che le corde vocali sono uno strumento molto delicato e cantare all’aperto richiede uno sforzo notevole per un cantante.

Infatti, questo lavoro, non mette in gioco solo la voce, ma più piani fisiologici e psicologici.

"Kainós Magazine® Arena di Verona CF Il Barbiere di SIviglia"
Leo Nucci – Ph by Fondazione Arena

Così, ci spiega la sua decisione:

«Quando il mio agente mi propose il Barbiere di Siviglia, all’inizio, dissi no. Poi, Cecilia mi ha convinto, con la sua passione e parlandomi dei suoi progetti. (…)

Così in onore a lei e a questo che è un po’ un anno zero per questo Festival, ho accettato (…).

Per me, è un grande onore essere considerato degno di questa compagnia, che è composta da grandi professionisti (…)».

"Kainós Magazine® Arena di Verona CF Il Barbiere di SIviglia"
Cecilia Gasdia con il Cast – Ph by Fondazione Arena

Così, invece, ci descrive la sua Rosina, Nino Machaidze, soprano già apprezzata al suo debutto in Arena, nel 2011, nel ruolo di Juliette :

«Ho debuttato a diciassette anni proprio con Rosina e oggi, diciassette anni esatti dopo, torno in scena con Rosina. Per me, è un’emozione grandissima!»

Al suo debutto assoluto in Arena è, invece, il tenore Dmitry Korchak, nel ruolo del Conte d’Almaviva, che così ci descrive la sua esperienza:

«Arrivare in Arena è un’emozione grandissima! Non è tanto il lavoro sulla voce, che non cambia in termini tecnici di preparazione; ma è la testa che deve cambiare, è l’approccio, perché l’impatto con l’Arena è davvero fortissimo! (…)

Lavorare con Leo e il Maestro Oren è stato magnifico (…). Il Maestro Oren conosce profondamente la musica e questo è importantissimo. Non è importante cosa canti, ma, con chi, canti. (…) La conoscenza della musica permette di creare qualcosa di magico e trovare subito l’intesa».

Dunque, in attesa di vedere quello che si preannuncia un magnifico spettacolo e darvene la critica, non mi resta che elencarvi le date e i cast.

 

 

 

 

IL BARBIERE DI SIVIGLIA

di Gioachino Rossini

 

Prima: 04 agosto ore 20:45

Repliche: 8/17/24/30 agosto ore 20:45

Regia: Hugo De Hana

Coreografie: Leda Lojodice

Direttori:

Daniel Oren 4 e 8 agosto

Andrea Battistoni 17/24/30 agosto

Conte D’Almaviva:

Dmitry Korchak 4/8/24/30 agosto

Leonardo Ferrando 17 agosto

Bartolo:

Carlo Lepore 4/8/17 agosto

Nicola Alaimo 24/30 agosto

Rosina:

Nino Machaidze 4/8/17 agosto

Ruth Iniesta 24/30 agosto

Figaro:

Leo Nucci 4/8 agosto

Mario Cassi 17/24/30 agosto

Basilio:

Ferruccio Furlanetto 4/8 agosto

Romano Dal Zovo 17/24/30 agosto

Berta: Manuela Custer

Fiorello/Ambrogio: Nicolò Ceriani

Un Ufficiale: Gocha Abuladze

 

 

 

Biglietteria:

Via Dietro Anfiteatro, 6/B

Tel: +39 045596517

E: biglietteria@arenadiverona.it

Call Center: +39 045 8005151

Prevendita: Geticket

 

 

 

 

 

Altre notizie da Fondazione Arena:

  • Salome chiude la stagione al Filarmonico di Verona: comunicato
  • Petite Messe Solennelle: omaggio a Rossini al Filarmonico di Verona: comunicato
  • Anna Bolena in scena al Filarmonico di Verona: comunicato
  • Arena Young 2017-2018: comunicato
  • AIDA all’Arena in onda su RAI 5: comunicato
  • “Tempi moderni” cine-concerto: comunicato

 

Articoli correlati a Fondazione Arena:

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
0
0
0